Glossario
200 m
Gara su pista. Il ciclista è già alla massima velocità quando parte il cronometro. Questo significa che ha un giro e mezzo per accelerare e poi percorrere gli ultimi 200 metri alla massima velocità.
Andare in riserva
Sottoporsi a sforzi troppo pesanti. Restare troppo a lungo in riserva può portare allo sfiancamento.
Apripista
Ciclista che tira la volata finale in modo da favorire il velocista della propria squadra.
Barriera
Se il vento arriva di lato, i corridori alla testa del gruppo si dispongono a ventaglio lungo la larghezza della strada. Se questo gruppo accelera improvvisamente, i corridori alle loro spalle si trovano improvvisamente meno protetti dal vento e non riescono più a tenere il passo, spezzando così il gruppo in due o più parti.
Borraccia
Consente al ciclista di reidratarsi.
Centellinare le forze
Indica un ciclista che risparmia le forze per una fase successiva della gara, senza partecipare attivamente a tirare la volata.
Chiudere il buco
Recuperare un gruppo da una posizione di svantaggio.
Corsa a tappe
Gara che si corre nell'arco di più giorni.
Corsa su strada
Una tappa in linea indica una tappa che non si svolge con le regole della crono, indipendentemente dal terreno.
Crisi di fame
Accade quando il livello degli zuccheri nel sangue scende troppo in basso a causa di una cattiva gestione dei rifornimenti.
Crollo
Cedimento fisico dovuto a esaurimento delle energie. Può essere dovuto a uno o ripetuti sfiancamenti o a insufficiente rifocillamento. Il risultato è che il ciclista perde un considerevole quantitativo di tempo nei confronti degli avversari.
(gara a) cronometro a squadre, crono a squadre
La squadra gareggia da sola contro il tempo e deve raggiungere il traguardo il prima possibile, con un numero concordato di corridori.
Cronometro individuale
Il corridore gareggia da solo contro il tempo e deve raggiungere il traguardo il prima possibile.
Direttore sportivo
Lo stratega della squadra che segue la corsa in auto e dà istruzioni ai suoi ciclisti.
En danseuse, in piedi sui pedali
Posizione assunta spesso sulle pendenze, in cui il ciclista si solleva dal sellino.
Entrare nella fuga buona
Significa non mancare una fuga decisiva.
Fare il vuoto
Indica un ciclista che riesce ad ampliare il distacco dagli inseguitori.
Fare l'elastico
Indica un ciclista che viene spesso distaccato da un gruppo ma riesce sempre a recuperare.
Fuga
Corridore o gruppo di corridori che hanno distanziato il gruppo.
Fuga decisiva
La fuga alla testa della corsa di durata più lunga.
Gregario
Ciclista che si mette al servizio del leader della squadra.
Gruppetto
Gruppo di corridori che si forma tra gli ultimi posti in gara durante le tappe di montagna. Non avendo speranze di vincere, uniscono le forze sperando di finire la tappa entro il limite di tempo.
Gruppo
Gruppo di corridori principale durante la gara.
Keirin
Una prova di ciclismo su pista di origine giapponese. La gara inizia con un gruppo di ciclisti che segue una motocicletta, la cui velocità aumenta gradualmente fino ai 45 km/h. La motocicletta lascia la pista a circa 700 metri dal traguardo, lasciando il passo alla volata finale.
Lanciarsi
Accelerare molto violentemente.
Leader
Il miglior ciclista della squadra, grazie alle sue doti atletiche o per via della sua posizione in classifica.
Maglia a pois
Il ciclista al primo posto della classifica di montagna. I punti vengono assegnati ai primi corridori classificati in determinate salite.
Maglia bianca
Il ciclista al primo posto della classifica giovani (under 25).
Maglia gialla
Il premio più ambito che indica il ciclista in vetta alla classifica generale.
Maglia verde
Indica il ciclista al primo posto nella classifica a punti. I punti vengono assegnati al traguardo e per le volate intermedie.
Passista
Ciclista che attacca nelle prime fasi della gara per poi mantenere il distacco in seguito. Le sue capacità di velocista o scalatore non sono all'altezza dei migliori.
Portatore d'acqua
Gregario con il compito di prendere le borracce dall'auto del direttore sportivo e distribuirle agli altri ciclisti della squadra.
Prologo
Gara contro il tempo in apertura a una gara a tappe.
Rapporto di trasmissione, marce
È il rapporto tra il numero di denti della corona e del pignone. Più il rapporto è alto, maggiore è la distanza percorsa in una pedalata.
Ritardatario
Ciclista lasciato indietro dal gruppo.
Sacchetto
Borsa con tracolla contenente cibo e bevande per i corridori. Viene passata al ciclista verso metà tappa in stazioni di rifornimento prestabilite.
Scalatore
Ciclista le cui doti fisiche si esprimono al meglio durante le lunghe salite, conquistando colline e valichi che danno punti per le classifiche di montagna.
Scattista
Ciclista che preferisce i dislivelli, in particolare le salite corte e secche.
Sedersi
Ridurre improvvisamente la velocità.
Sfiancamento
Raggiungimento dei limiti fisici del ciclista. Se l'avviso viene accolto, il ciclista si riposerà per un po', altrimenti, ignorando l'avviso, il corridore potrebbe crollare.
Sprint
Accelerazione improvvisa che lascia indietro gli avversari.
Staffetta
Portarsi in testa a un gruppo per proteggere gli altri corridori dal vento. Tirate successive permettono a ciascun membro del gruppo di fare uno sforzo minore rispetto a un corridore solo.
Succhiare la ruota
Seguire da vicino la ruota del corridore davanti per sfruttarne la scia.
Succhiaruota
Indica la situazione in cui un ciclista sfrutta la scia del corridore che ha davanti, senza tirare mai il gruppo.
Succhiaruote
Ciclista che non tira mai il gruppo.
Treno di volata
Negli ultimi chilometri, la squadra si porta in testa al gruppo per tirare il velocista. I compagni danno il massimo sforzo e poi si mettono in disparte finché non ne resta uno solo, detto apripista, che ha il compito di lanciare la volata finale del velocista nelle migliori condizioni possibili.
Triangolo rosso
Indica l'ultimo chilometro della gara.
Velocista
Corridore che trascorre quasi tutta la gara riparandosi dal vento all'interno del gruppo, e che dà fondo alle sue energie nel finale per imporsi in velocità durante la volata finale.
Velocità
Una prova di ciclismo su pista in cui si affrontano due corridori. Vince il primo che taglia il traguardo. La tattica ha un ruolo importante ed è consentito il surplace.
Ventaglio
Gruppo di corridori che si posizione in diagonale come protezione dal vento. Il primo corridore si porta sul lato della strada da cui spira il vento e gli altri si posizionano in diagonale sull'intera larghezza della strada, per ottenere la massima protezione.
Volata
Gli ultimi momenti di una gara ciclistica, in cui i corridori accelerano e danno il massimo per essere i primi al traguardo.